(0030) 22420 91711

La posizione di Olympia Mare è strategica in quanto si trova a soli 8 km dall'aeroporto dell'isola, a 28 km dalla città e dal porto di Kos nel nord-est e a 22 km dalle famose spiagge della parte sud-occidentale dell'isola.

Kardàmena

Il paese più vicino (2 km), è una località turistica ben organizzata, dove prevale l'azzurro del mare. Kardàmena con il porticciolo e le tante attività commerciali, offre ai visitatori numerose alternative di cibo locale, divertimenti e naturalmente il nuoto e sport acquatici. D’estate in città vengono organizzate manifestazioni culturali chiamate "Alasàrnia", dall'antico nome della città Alàsarna, nonché sagre in occasione delle feste religiose locali. Dal suo porticciolo il visitatore esigente può visitare in barca ogni giorno la vicina isola di Nisyros con il vulcano attivo e gli insediamenti tradizionali (Mandraki Nikià, Emporiòs).

Isola di Kos (Còo)

Isola dell’Egeo meridionale (Dodecaneso) abitata ininterrottamente dal passato più remoto, fatto comprovato dai molteplici ritrovamenti archeologici, rovine ed edifici antichi e più recenti. È considerata il luogo natale del più famoso medico dell'antichità, Ippocrate, vissuto nel V sec. a.C., glorificato per i suoi metodi d’avanguardia nel campo della medicina. Insegnò ed applicò le proprie conoscenze nel santuario di Esculapio, situato a 5 km dalla città di Kos, considerato uno dei più antichi santuari di questo genere, di importanza pari a quelli di Epidauro ed Efeso.


Uno dei siti più importanti e impressionanti dell’isola è il castello dei Cavalieri con le doppie mura e il grande fossato che domina la città vecchia e il porto. Le attrazioni sono tante e coprono tutte le fasi storiche dell’isola. Il platano di Ippocrate, un albero ultracentenario alla cui ombra, secondo la leggenda, il famoso medico insegnava ai suoi discepoli, il Ginnasio occidentale del periodo ellenistico, la Casa Romana, l'Odeon romano, le moschee ottomane, gli edifici più recenti del periodo dell’occupazione italiana dell'isola (1912 - 1943) i castelli di Paleò Pilì, Antimàchia e la chiesa di Aghios Stefanos a Kéfalos sono fra i numerosi luoghi di interesse di Kos. L’isola è anche nota per la sua biodiversità, cui testimoni sono Thermà (sorgenti termali), le pendici boscose del Monte Dìkeos, il parco di Plaka, la palude a Psalidi e soprattutto le saline a Tigaki dove i visitatori possono ammirare i fenicotteri durante la stagione migratoria.


Kos offre numerose opportunità di svago, visite alle isole vicine, manifestazioni culturali (fra cui le più importanti sono chiamate «Ippocràtia»), dispone molte e ottime strutture per una seria di attività sportive come il bowling, tennis, calcio, beach volley, immersioni subacquee, windsurf, anche kite surf nella parte settentrionale dell'isola nonché forme alternative di turismo come percorsi escursionistici, equitazione e mountain bike. Naturalmente ci sono numerosissime spiagge, la maggior parte attrezzate, di sabbia e a breve distanza da Olympia Mare.


Infine Kos è conosciuta anche per le prelibatezze locali. Polpette di ceci, pomodorini al cucchiaio, formaggio caprino stagionato nel vino rosso, ottimo miele di Antimàchia, vino dolce e sciroppo di cannella di Zià sono solo alcune di esse.